Hanno ottenuto un figlio pregando padre Clemente

Il 16 maggio 2010 si è svolto nella casa del Pime a Mascalucia
(Catania) un incontro fra circa 160 partecipanti all’associazione “Famiglie missionarie Aquila e Priscilla” (i due coniugi compagni di San Paolo a Corinto e nei suoi viaggi apostolici), nata tre anni fa per iniziativa di padre Adriano Cadei e padre Bruno Piccolo, in seguito ad una simile felice esperienza compiuta dai due missionari negli Stati Uniti con famiglie americane. L’associazione ha proposto il Venerabile padre Clemente Vismara protettore dei bambini, specialmente a quelle coppie desiderose di avere un figlio. Clemente Vismara (1897-1988), per 65 anni missionario in Birmania, la cui beatificazione è prevista nei prossimi anni, è invocato “Protettore dei bambini” perché ha sempre raccolto nella sua missione di Mong-Lin e poi Mong-Ping, nella diocesi di Kengtung fra le tribù dei monti birmani, migliaia di bambini e bambine allevandoli con l’aiuto delle suore di Maria Bambina fino all’età del matrimonio e dando loro istruzione, un mestiere ed educandoli alla fede e alla vita cristiana. Viveva con 200-250 orfani, bambini abbandonati, handicappati, figli di lebbrosi o di fumatori d’oppio, gemelli condannati all’eliminazione. Dalla sua cura dei piccoli sono venuti fra l’altro una decina di sacerdoti e molte più suore, oltre a numerosi professionisti e personalità della società civile.
L’incontro del 16 maggio è iniziato al mattino con la conferenza di padre Piero Gheddo su “Come padre Clemente educava i suoi ragazzi”, cioè i suoi criteri educativi che possono insegnare molto alle famiglie e alle scuole italiane oggi; e le testimonianze di cinque coppie di giovani sposi che hanno ottenuto il loro primo figlio pregando padre Clemente, mentre non riuscivano ad ottenerlo in altro modo. Infine la proiezione di un “diaporama” (diapositive musicate e commentate) sul viaggio in Birmania di padre Adriano Cadei, anche lui missionario in Birmania (ora a Mascalucia), e del dott. Sebastiano Percolla che assieme alla moglie Concetta ed alla figlia Roberta hanno ripercorso i luoghi in cui è vissuto padre Clemente .
Dopo il pranzo in comune, alle 16 la Santa Messa solenne con omelia sull’Ascensione di Gesù e la preghiera comunitaria per tutti i bambini delle famiglie che partecipano ad “Aquila e Priscilla”, con l’elenco dei loro nomi, i cui genitori hanno chiesto di ricordarli al Signore.
Il fatto che merita di essere segnalato è che la devozione a padre Clemente, proposta da “Aquila e Priscilla” anche con il loro bollettino mensile (omonimo) diffuso da tre anni on line specialmente tra le famiglie, ha portato ad una crescita delle preghiere per i bambini. Commoventi le testimonianze portate all’incontro di Mascalucia da cinque giovani coppie che hanno ottenuto il loro primo figlio attraverso la preghiera in comune fra marito e moglie a padre Clemente. E hanno portato con sé i piccoli, mentre altri sono già in arrivo. Una signora ha detto fra le lacrime, ed è stata molto applaudita, che era incinta e i medici le consigliavano di abortire perché il bambino non poteva nascere bene. Lei e il marito l’hanno voluto ad ogni costo e oggi hanno un bel bambino che è la gioia di tutta la famiglia. Un’altra signora dice: “Avevo già 45 anni ed erano anni che tentavamo di avere un figlio, ricorrendo anche all’inseminazione artificiale, ma inutilmente. Poi abbiamo pregato padre Clemente e dopo qualche mese ho sentito che qualcosa cambiava in me. Ho pensato: è la menopausa che arriva. Ho fatto gli esami e quasi non credevo quando mi dicono: lei è incinta! Il bambino è nato bene e non sappiamo più come ringraziare il Signore che ce l’ha dato”.
Le famiglie che hanno ottenuto il loro figlio pregando padre Clemente sono tante. Di due altre non presenti sono state lette le testimonianze scritte. I piccoli Clementi e le Clementine a Catania e vicino alla capitale etnea sono ormai numerosi. Le famiglie presenti a Mascalucia hanno pregato perchè padre Clemente Vismara venga presto proclamato beato e presentato a tutta la Chiesa come un missionario modello e protettore dei bambini. Per ottenere “Aquila e Priscilla” on line (o anche fotocopiato su carta) scrivere a: fathercadei@yahoo.com oppure per posta a padre Adriano Cadei – PIME – Via Mompileri, 4 – 95030 Mascalucia (CT).

Piero Gheddo

UN AIUTO PER INIZIATIVE MISSIONARIE: il tuo 5 per 1000 può fare molto per gli ultimi, per chi e' sfruttato, per difendere la vita sul tuo 730, modello Unico, scrivi 97610280014

SOSTIENI INIZIATIVE MISSIONARIE! con il tuo 5 per 1000 è semplice ed utilissimo. Sul tuo 730, modello Unico, scrivi 97610280014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*