Battaglie per i diritti umani cose da fare e da non fare – Padre Gheddo sul Corriere della Sera

Lei afferma che «esportare la democrazia (è) un nuovo imperialismo» e poi pare condanni anche l’esportazione dei «diritti umani» e dello «Stato di diritto». I modelli di governo dei popoli sono diversi a seconda dei tempi storici di maturazione, ma tutti avranno come sbocco il sistema democratico, perché tutti i popoli vogliono godere dei diritti dell’uomo e della libertà di pensiero e di religione. L’Occidente è arrivato per primo per tutta la sua storia a partire dal tempo dei greci e dei romani e poi, soprattutto, per il Cristianesimo con i suoi valori sconosciuti alle altre culture: il primato dell’uomo creato «a immagine di Dio», l’uguaglianza di tutti gli uomini «figli dello stesso Padre», il comando dell’amore e del perdono, eccetera. Altri popoli ci arriveranno in seguito, ma noi occidentali dobbiamo favorire e affrettare, non con la guerra ma con la fraternità solidale, l’evoluzione dei popoli.

Piero Gheddo

UN AIUTO PER INIZIATIVE MISSIONARIE: il tuo 5 per 1000 può fare molto per gli ultimi, per chi e' sfruttato, per difendere la vita sul tuo 730, modello Unico, scrivi 97610280014

Caro Gheddo, Lei è un sacerdote e sa meglio di altri che i mezzi più efficaci per la diffusione di quelli che noi consideriamo «valori» sono l’istruzione e l’esempio. La Chiesa non è moralmente efficace quando brucia gli eretici, proibisce la lettura dei libri «pericolosi», scoraggia la diffusione dell’Antico Testamento e pretende regolare con il dogma i nostri problemi di coscienza. È efficace quando cerca d’instillare le sue convinzioni nella mente dei giovani, assiste i poveri e gli immigrati senza pretendere la loro conversione, manda i suoi missionari nelle regioni del mondo più inospitali e selvagge. L’Occidente non può atteggiarsi a modello di comportamenti civili quando dichiara guerre dietro le quali si nasconde un disegno imperiale, o rinchiude i suoi nemici in carceri dove non godono di alcun diritto, o punisce un Paese con sanzioni che colpiscono soprattutto le popolazioni civili, o applica agli altri criteri morali che non intende applicare a se stesso.
Diventa efficace, invece, quando dimostra al mondo che le sue leggi, i suoi statuti, i suoi codici morali sono migliori di quelli adottati altrove, che i suoi errori possono essere democraticamente corretti, che i suoi cittadini hanno maggiori possibilità di realizzare le loro ambizioni. Lo spettacolo che l’Unione Europea ha dato di sé al mondo negli ultimi decenni ha avuto una straordinaria influenza sull’evoluzione dei sistemi politici, soprattutto in Europa centro-orientale ma anche in Paesi più lontani. Viste in questo contesto le proteste dei governi occidentali per la detenzione di un prigioniero politico o contro l’esecuzione di una condanna a morte sono probabilmente, per l’esportazione della cultura occidentale, i mezzi meno efficaci.
Per almeno tre ragioni. In primo luogo sono quasi sempre fondate su una conoscenza approssimativa della situazione locale e su inconfessati pregiudizi nei confronti del Paese straniero. In secondo luogo hanno spesso l’effetto di provocare risentimenti nazionali persino in quei settori della pubblica opinione che non sono favorevoli al governo. Quando gli Stati Uniti agitano il caso Sakineh, molti iraniani, non necessariamente amici di Ahmadinejad, si chiedono quale sarebbe la reazione americana se un governo straniero pretendesse d’interferire nelle decisioni dei tribunali del Texas, uno Stato noto per le sue condanne alla pena capitale. E in terzo luogo, infine, il governo occidentale non agisce quasi mai per ottenere uno scopo (la liberazione del prigioniero, la revoca di una condanna a morte). Protesta soprattutto per dare qualche soddisfazione ai propri cittadini più impegnati e per non perdere i loro voti. Sergio Romano

Padre Gheddo sul Corriere della Sera (2011)

SOSTIENI INIZIATIVE MISSIONARIE! con il tuo 5 per 1000 è semplice ed utilissimo. Sul tuo 730, modello Unico, scrivi 97610280014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*